logo

Se leggi “at“ la @, Innov@tiva diventa InnovAttiva. Innovare per attivare è il senso che vogliamo dare alla nostra web school, una scuola non convenzionale di formazione permanente su cultura digitale, cultura d’impresa e startup.

Via Padre Luigi Amigò,
71013 – San Giovanni Rotondo (FG)
info@innovattiva.com

Innovattiva

Alla conquista della spunta blu

Il 2018 sta segnando un anno importante per il social fotografico per antonomasia. Su Instagram sono state tantissime le novità introdotte in questi nove mesi.

L’ultima è stata quella della richiesta della spunta blu per tutti gli utenti, per rendere Instagram un luogo generalmente più sicuro e più autentico da frequentare. Per la prima volta la piattaforma offre agli utenti un modo semplice per richiedere la verifica.

La spunta blu è stata introdotta inizialmente per i grandi marchi e personaggi pubblici. Anche se non è mai stato chiaro cosa ci fosse dietro l’effettiva verifica da parte del team della piattaforma.

Troppo presto per dire se Instagram distribuirà spunte blu più verificate agli utenti, ma ad ogni modo hanno reso il processo molto più trasparente. Ora, qualsiasi utente può richiedere di essere verificato con pochi passaggi.

Dalla Silicon Valley, ecco come Instagram ha lanciato il nuovo sistema di verifica nel suo annuncio:

“Il badge blu verificato è un modo importante per farti sapere che l’account con cui stai interagendo è la presenza autentica di una figura pubblica, celebrità, marchio o entità globale di rilievo. Oggi stiamo abilitando un nuovo modo, per gli account che raggiungono un vasto pubblico e soddisfano i nostri criteri, per richiedere la verifica attraverso un modulo semplice all’interno dell’app Instagram.”

La procedura par richiedere la verifica e la spunta blu è molto semplice: dal tuo profilo, vai al menu Impostazioni e trova l’opzione “Richiedi verifica”.

Il secondo passaggio sarà quello di caricare un documento valido utilizzando la fotocamera. Instagram accetta i documenti di identità più generici tipo carte d’identità nazionali, patente o passaporto.

In questo modo Instagram prenderà in carico la tua richiesta e l’unica cosa che dovrai fare sarà quella di aspettare. Instagram comunica che riceverai una notifica dove ti informerà se la richiesta è stata approvata o meno. Quindi fai attenzione, se la tua richiesta è stata rifiutata, potrai riprovare dopo 30 giorni.

Prima di procedere, vale la pena sapere ciò che la piattaforma chiede per un account verificato. Secondo il team degli account verificati, Instagram valuterà il tuo account per “autenticità, unicità, completezza e notorietà“. Ciò significa che Instagram definisce autentico un account che rappresenta una persona reale o un’azienda registrata.

L’approvazione multipla di uno specifico account può variare nei casi di profili di aziende o individui specifici in lingue diverse. Inoltre Instagram ricorda che gli account di interesse (tipo @dogs.lovers) non saranno verificati.

Ovviamente per assicurarti che il tuo account sia completo, deve essere pubblico e non privato, con una foto del profilo, una biografia e un certo numero minimo di un post.

Ciò che accade dietro le quinte per la verifica della spunta blu resta tuttora un mistero, l’unica consolazione è che il processo è pubblico e disponibile per tutti.

Francesco Placentino

Francesco Placentino

La passione è un punto fermo della mia vita. In tutto quello che faccio. Social media addicted, mi muovo alla velocità della luce tra Facebook e Instragram, condividendo foto e parole. Amante del cinema fino al midollo, sfrutto il mio potenziale creativo per realizzare contenuti digitali.
Francesco Placentino

Latest posts by Francesco Placentino (see all)

seguici su